La floriterapia

I benefici

Il sistema floriterapico di Bach è ormai inserito da più di trent’anni tra i rimedi accreditati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Eppure, in Italia non esiste ancora nella popolazione un ampio ed uniforme riconoscimento delle proprietà dei  fiori di Bach. Spesso si sente dire: “Bisogna crederci ” – ma non è proprio questo il senso!

Oggigiorno, un numero sempre crescente di psicologi ne fa uso con i suoi pazienti, perché è evidente l’effetto che le essenze floreali hanno sul benessere emozionale e psico-fisico dell’individuo. Persino la classe medica, storicamente scettica, se ne sta interessando e sempre più numerose sono le tesi di laurea che discutono le proprietà di questo repertorio floreale.

I fiori di Bach e le emozioni

Tutto nasce dalle emozioni. Purtroppo, se da piccoli (o da grandi) la gioia è stata repressa o soffocata, se il dolore è stato negato o al contrario alimentato, inizia il cammino verso la cristallizzazione emotiva. La vita perde progressivamente le sue sfumature luminose e si indugia sempre più a lungo in un’emozione non riconosciuta e accolta. Prevalgono allora le tinte spente e grigie.

Ricorrere a i trattamenti con i fiori di Bach ha la funzione di agire profondamente sul Sé. Gli incontri combinano tecniche di rilassamento e di meditazione, musica, colori e ai profumi per permettere a ciascuno di ritrovare la propria vera essenza, per riconoscere ed accogliere ogni gradazione emotiva, comprese le più cupe, e trasformarle.

I fiori di Bach possono realmente cambiare la vita ed è per questo che è importante conoscere come usarli, così come conoscere la filosofia alla base del sistema di Bach dà importanti chiavi di lettura su chi siamo, da dove veniamo e la direzione in cui andiamo. Questo approccio offre un solido bagaglio da portare con sé per migliorare il proprio ambiente affettivo ed interpersonale.

Come funzionano a livello dell’Anima

Secondo Bach la malattia e il disagio sono il prodotto della dissonanza tra l’Io, rappresentato dalla nostra mente razionale, ed il Sé superiore, la nostra anima. Quando non siamo fedeli al cammino che la nostra anima ha scelto di percorrere in questa vita, si crea una dissonanza che nasce come emotiva, ma che poi diviene fisica: la malattia.

Bach scoprì che la vibrazione di ciascun fiore corrisponde ad una specifica caratteristica dell’anima e ad un’emozione. Se nella persona si verifica uno stato disarmonico con il proprio Sé Superiore, si produce una distorsione energetica in una o più delle 38 frequenze, il campo energetico risulterà distorto e si verificherà il disagio. L’assunzione dei fiori interviene a ristabilire la giusta vibrazione in luogo dell’emozione dissonante.

Soprattutto, Bach individua 12 modalità di distacco da proprio Sé superiore, dodici errori da superare che consistono nella lezione da imparare durante l’incarnazione che stiamo vivendo. Questo percorso durante la vita può essere aiutato da 12 fiori, che corrispondono a dodici personalità-tipo.

Ad ogni personalità-tipo corrisponde quindi una modalità di esistenza di base, è quello che noi siamo qui ad imparare durante l’esistenza, il nostro modo di essere che ci fa sperimentare diverse situazioni, che solo apparentemente accadono per caso. Ogni personalità ha poi una reazione tipica nei confronti degli eventi della vita, che, se non sono “metabolizzati”, portano ad una successiva acutizzazione delle reazioni di fronte agli accadimenti.

Le dodici personalità

Clicca sui fiori che ti attraggono maggiormente. Una volta aperto l’articolo leggine la descrizione.

Agrimony

Centaury

Cerato

Chicory

Clematis

Gentian

Impatiens

Mimulus

Rock Rose

Scleranthus

Vervain

Water Violet

Per informazioni ed iscrizioni dott.ssa Daniela Marzani
cell.: 333 2376564
e-mail: info@danielamarzani.it
error: Contenuti con copyright !!