Ogni bambino porta al mondo la più profonda e allo stesso tempo la più elevata spiritualità: la sua anima sa già da prima della nascita che vuole essere amata e che lei stessa vorrebbe amare. Sa anche che questo amore esiste solo se incondizionato.

Nonostante l’attuale predominio nel mondo della tecnologia le statistiche confermano percentuali cariche di speranza. Più del 70% dei bambini e giovani si augurano una relazione stabile e piena d’amore per la vita intera e più del 60% dei ragazzi e delle ragazze desidera figli propri.

Purtroppo, i loro desideri naufragano nella rozza ed abbruttita realtà della quotidianità contemporanea. Non appena conflitti mai elaborati si accumulano, i genitori combattono e/o si allontanano senza amore. Questo è deleterio per i bambini: sono loro a rimetterci. È legittimo che i genitori decidano di vivere separati, ma anche se separati nella vita i figli vorrebbero saperli uniti almeno nel rispetto e ancor di più nel cuore.

Anche le generazioni prima di noi non hanno imparato dalla famiglia come superare i conflitti e come riuscire a far fluire l’amore incondizionato.

La “Scuola dell’amore nella famiglia” si propone di insegnare un nuovo stile di vita che si fonda su conoscenze antichissime e confermato dalle più recenti scoperte delle neuroscienze.

A fondamento vi sono l’amore e l’entusiasmo, non più la paura e la rabbia: i conflitti sia nella coppia sia tra genitori e figli vengono elaborati mediante confronto emozionale viso a viso finché non ci si ritorna a capire reciprocamente e non sia rinnovato l’amore incondizionato.

Devono esserci empatia e rispetto, chiare regole rispettate da tutti e sufficiente ordine nel sistema della famiglia. Occorre evitare conflitti inutili e assicurare ad ogni membro della famiglia lo spazio necessario per l’autorealizzazione.

Lo scopo della Scuola dell’Amore creata da Jirina Prekop è l’amore incondizionato in tutti i legami della famiglia e come conseguenza anche il sentimento di libertà interiore di ognuno.

La via per fare questo è assumere un nuovo stile di vita, concordato da tutta la famiglia, in cui l’educazione di figli e di genitori è fondamentale.  Si devono educare anche i genitori per essere d’esempio ai bambini e si rinuncia alle punizioni corporali e alle punizioni mediante privazione dell’amore (come mandare via e/o ignorare). Al posto della privazione ci sarà il confronto emozionale faccia a faccia per risolvere i conflitti, per rinnovare l’amore “ancora prima che tramonti il sole”.

Scrive Jirina Prekop:”Le forze principali nell’educazione devono essere l’amore e l’amicizia e non la paura della privazione e l’aggressività. Nella sua opera di creazione Dio ci ha dato tutte le opportunità. L’umanità si è alienata nella società materialistica e tecnologica. E dato che l’amore incondizionato  non  lo abbiamo ricevuto dai nostri genitori lo dobbiamo imparare.”

La struttura della scuola dell’amore

Un docente spiega a un gruppo di genitori e fa con loro esercitazioni pratiche. Poi, i singoli partecipanti divulgano quello che hanno appreso e sperimentato ad amici, vicini, conoscenti.

Quindi come una staffetta, con il passa parola e da gruppo a gruppo. Lo si potrebbe vedere come un sistema a palla di neve.  L’unico aspetto fuorviante di questa immagine è l’associazione con il “freddo”, quando, invece, qui si tratta in modo evidente di sentimenti collegati al “calore del nido”.  Potremmo definirla allora una stella “radiosa”!

La Riconciliazione con la madre/il padre e perciò con la Vita

Con il metodo della riconciliazione con la madre/il padre di Jirina Prekop, indicato dallo stesso Bert Hellinger come strumento potente a tal punto da superare in taluni casi le costellazioni nel riconciliare coi genitori, intendiamo sciogliere il dolore trattenuto e trasformarlo in nuove energie e amore. Il beneficio tangibile è la riconciliazione con la vita stessa, che prende un nuovo, felice e fortunato corso. leggi di più…

Il confronto emozionale

Con il metodo del confronto emozionale di Jirina Prekop, applicabile a qualsiasi tipo di rapporto, intendiamo sciogliere i blocchi comunicativi  e trasformarli nuove, grandi opportunità di dialogo e pace. 
Il metodo si apprende per sempre, cosicché è possibile esportarlo anche al di fuori dell’Intensivo. La comunicazione prende un nuovo corso. Si impara a parlare, ad ascoltare.  Finalmente si è ascoltati. Leggi di più…

Per informazioni ed iscrizioni dott.ssa Daniela Marzani
cell.: 333 2376564
e-mail: info@danielamarzani.it

Jirina Prekop


Jirina Prekop è nata nel 1929 nell’ex Cecoslovacchia. Psicologa, ha studiato filosofia, psicologia e pedagogia. Nel 1970, dopo la Primavera di Praga, si rifugia nella Repubblica Federale Tedesca e lavora presso l’Olgahospital di Stoccarda, occupandosi principalmente dei disordini dello sviluppo. Introdotta dal Nobel per la medicina Niko Tinbergen alla Terapia Holding di Marta Welch, e, dopo l’incontro con Bert Hellinger, l’ha integrata con le Costellazioni familiari ideando il metodo della riconciliazione sotto visualizzazione. Sua è l’ideazione della Terapia dell’Abbraccio, per riportare l’amore in contesti familiari difficili ed aiutare a superare i conflitti interiori di adulti e bambini. E’ fondatrice e presidentessa della GFH.eV., “Società per lo sviluppo della terapia del tenersi stretti come forma di vita”.

error: Contenuti con copyright !!