Le costellazioni familiari e spirituali

Le costellazioni familiari e spirituali sono un potente strumento d’avanguardia per vivere in libertà la propria vita. Sono efficaci per affrontare tematiche riguardanti:

  • la famiglia, la realizzazione personale, il lavoro, l’amore, i rapporti interpersonali, i disagi fisici…

Grazie alle  costellazioni familiari è possibile:

  • liberarsi dalle dinamiche che trattengono dal realizzare se stessi e il proprio potenziale
  • godere finalmente dei benefici di una grande libertà interiore

Le costellazioni familiari e spirituali sono efficaci per risolvere i problemi

Le costellazioni familiari si usano per risolvere problemi in ambito familiare o  risolvere problemi ovunque esista un sistema di persone (costellazioni sistemiche): in Germania e ormai sempre più nel mondo vengono usate nelle scuole, nelle carceri, negli uffici e nelle istituzioni. E’ possibile:

  • partecipare a un seminario di gruppo di costellazioni familiari per far luce su svariate dinamiche
  • compiere un lavoro personale di introspezione o di rinforzo in sessione individuale, che si svolge unicamente fra l’interessato e il conduttore.
  • List item

Le costellazioni familiari e spirituali vanno direttamente alla radice del problema

Molte dinamiche negative che si sviluppano a partire dai primi anni di vita nascono da situazioni familiari irrisolte. Dinamiche familiari che si svolgono a livello inconscio si ripercuotono sulla nostra esistenza di tutti i giorni, e si ripetono di generazione in generazione.

Il lavoro delle costellazioni familiari è appunto andare ricercare e riconoscere l’origine del disturbo che porta il singolo, come espressione del disordine nel sistema dal quale proviene. Lo scopo, che si raggiunge grazie al contributo del conduttore della costellazione, è quello di riportare libertà dai condizionamenti e sollievo dal sistema sofferente.

Per informazioni ed iscrizioni dott.ssa Daniela Marzani
cell.: 333 2376564
e-mail: info@danielamarzani.it

Un po’ di storia…

Le costellazioni familiari sono state messe a punto da Bert Hellinger, profondo studioso e geniale psicoterapeuta, che pone alla base dell’intero metodo una visione sistemica della famiglia e degli altri contesti, nei quali l’individuo ha importanza non tanto come singolo, bensì come parte di un campo più esteso.

Il grande psicologo svizzero Carl Gustav Jung se ne era ben reso conto. Egli scrive:

Mentre stavo lavorando per scolpire le lastre di pietra, mi resi conto dei legami fatali che mi univano ai miei avi. Ho la netta impressione di essere sotto l’influenza di cose o problemi che furono lasciati incompiuti o senza risposta dai miei genitori, dai miei nonni, e anche dai miei più remoti antenati. Spesso sembra che ci sia in una famiglia un karma impersonale che si trasmette dai genitori ai figli. Mi è sempre sembrato di dover rispondere a problemi che il destino aveva posto ai miei antenati e che non avevano ancora avuto risposta, o di dover portare a conclusione, o anche soltanto continuare, cose che le età precedenti avevano lasciato incompiute. E’ difficoltoso determinare se questi problemi siano di natura personale o piuttosto generale, collettiva. Io, propendo per la seconda alternativa. Un problema collettivo, finché non è riconosciuto come tale, si pone sempre come un problema personale, e in taluni casi può dare l’impressione sbagliata che qualcosa non sia in ordine nel dominio della psiche personale. In effetti la sfera personale ne è disturbata, ma disturbi del genere non devono necessariamente essere primari, possono assolutamente essere secondari e conseguenza di un mutamento intollerabile nell’atmosfera sociale. La causa del disturbo è quindi in quei casi da ricercarsi piuttosto nella situazione collettiva che non nell’ambiente personale. La psicoterapia non ha sinora tenuto conto di questa circostanza.

(a cura di) A. Jaffé (2003). “Ricordi, sogni, riflessioni” di Carl Gustav Jung Milano: Casa Ed.Rizzoli, pp. 281-282.

error: Contenuti con copyright !!